PRODOTTI PRATO Barenbrug -5% | Codice: greenterest-05  Solo fino al 11/09!

Le malattie fogliari

INDICE

Le piante possono appassire e perdere la produzione di fiori e frutti, questo, il più delle volte, dipende da malattie fogliari facilmente riconoscibili ad occhio nudo.

Le foglie della pianta, infatti, sono in grado di fornire informazioni importanti per individuare il problema che ha l’ha colpita e agire nel modo corretto per risolvere.

A volte basta davvero poco: spostare la pianta altrove, magari in un luogo con più o meno luminosità rispetto alla collocazione precedente. Oppure, innaffiare con maggiore frequenza o effettuare un rinvaso. Ma ci sono molti casi in cui questo non basta e bisogna agire attraverso trattamenti e rimedi specifici.

La maggior parte dei parassiti e delle malattie si notano facilmente osservando le foglie,  se queste sono lucide e di forma ben definita vuol dire che la pianta è in salute.

In caso contrario, è possibile notare una perdita dei colori e delle forme tipiche delle foglie che vale sia per le piante che si tengono in casa, che per quelle da giardino o orto.

Inoltre, i tappeti erbosi possono essere colpiti da malattie del prato, puoi leggere un approfondimento qui.

Come riconoscere la malattie più comuni dalle foglie

Ci sono alcuni segni evidenti che possono aiutarti a capire la malattia che ha colpito la pianta, di seguito parleremo di quelli più comuni.

Da una nostra ricerca è emerso che ci sono problematiche molto frequenti su tipologie di piante specifiche su cui gli utenti chiedono consiglio:

  • Malattie bosso foglie secche
  • Malattie limone foglie accartocciate
  • Malattie ulivo foglie secche
  • Malattie alloro foglie secche
  • Malattie oleandro foglie secche
  • Malattie basilico foglie gialle
  • Malattie foglie di agrumi

Foglie secche, accartocciate, gialle o sbiadite sono quindi il campanello di allarme che ci informano dello stato di salute della pianta. Approfondiamo meglio.

Malattie foglie gialle

Se le foglie hanno un colore che da al giallo, il problema è legato alla cura della pianta.  La causa è da ricercare nelle troppe annaffiature, oppure, nella poca esposizione al sole o a un deficit di azoto.

Se ad essere ingiallati sono solo i bordi e le punte, invece, potrebbe esserci un deficit di potassio. Per evitare l’ingiallimento delle foglie bisogna innaffiare meglio e con costanza regolare, esporre la pianta alla luce diretta del sole e compensare i deficit di azoto e potassio con dei concimi specifici.

Malattie foglie rosse o marroni

Se le foglie sono scure o presentano chiazze rosse o scure, il problema può essere dovuto all’esposizione immediata al sole. Questo succede quando la pianta, collocata in un luogo, viene subito posizionata alla luce diretta che scotta le foglie.

In caso di sole striature marroni, invece, la causa è il clima troppo secco, questo avviene soprattutto all’interno delle abituazioni quando è acceso il riscaldamento o c’è troppa umidità.

In questo caso può essere utile vaporizzare dell’acqua sulle foglie colpite o spostare le piante altrove, in ambienti più favorevoli.

Malattie foglie accartocciate

Il problema delle foglie accartocciate è molto frequente, in particolare nella pianta di limone, a cui si spesso si aggiungono anche secchezza e friabilità.

La causa potrebbe essere legata a una carenza d’acqua, ma anche al terriccio troppo secco, a un clima troppo caldo o al danneggiamento delle radici.

In questo caso si può intervenire aumentando il numero di irrigazioni e la quantità d’acqua. È importante anche valutare la necessità di cambiare vaso e sceglierne uno più capiente in cui lasciar crescere le radici e consentirgli di assorbire l’acqua senza difficoltà.

Malattie foglie sbiadite

Se le foglie sono sbiadite il problema potrebbe risiedere dall’utilizzo di un acqua troppo dura, dalla carenza di ferro, magnesio e di un deficit nutrizionale generale.

In questi casi, le foglie sono anche più piccole del solito e possono arricciarsi. È possibile rimediare utilizzando acqua decalcificata e aggiungendo chelato di ferro.

Mentre il terreno può essere nutrito con concimi organici e compost con l’obiettivo di far scendere il livello di pH.  Inoltre, se effettivamente c’è carenza di ferro, il pH non deve essere superiore di 7.

Malattie delle piante: attenzione ai parassiti

Non solo cambiamenti del colore e delle forme, sulle foglie è possibile anche notare la presenza di infestazioni e parassiti che lasciano dei segni evidenti.

Ad esempio, la foglia può essere mangiucchiata in alcuni punti, oppure, è possibile proprio vedere il parassita colpevole, il più comune è il ragnetto rosso.

Ci sono poi le muffe che creano strati scuri sulle foglie e che possono compromettere tutto lo stato di salute della pianta.

Quello che puoi fare è allontanare dalle altre la pianta infestata, rimuovere eventuali foglie infette e pulire le altre con prodotti specifici.

Condividi questo Post!

SUPERIORE
ACCOUNT
Lista dei Desideri

Login

Creare un account

I tuoi dati personali verranno utilizzati per supportare la tua esperienza su questo sito web, per gestire l'accesso al tuo account e per altri scopi descritti nella nostra privacy policy

Recupero della password

Hai perso la password? Per favore inserisci il tuo nome utente o l'indirizzo email. Riceverai un link per creare una nuova password via e-mail.

Carrello 0

VISTI DI RECENTE 0