PRODOTTI PRATO Barenbrug -5% | Codice: greenterest-05  Solo fino al 11/09!

Come eliminare il muschio dal prato

INDICE

Chi possiede un giardino sa come la formazione di muschio sul tappeto erboso sia una delle problematiche più frequenti e fastidiose.

Il muschio crea delle macchie disomogenee sul prato e, in poco tempo, soffoca l’erba intorno.

Il risultato è un tappeto erboso esteticamente insoddisfacente e non solo: se il problema non viene affrontato e risolto in poco tempo, il muschio invade tutto il resto del prato, creando una situazione favorevole per l’insorgenza di malattie e altre infestanti.

Eliminare il muschio dal prato è l’unica soluzione efficace per avere un manto erboso sano e curato.

Tappeto erboso muschio: perché si forma?

Prima di capire come eliminare il muschio dal prato, bisogna comprendere le cause della sua formazione. Ecco quelle più frequenti.

Acqua stagnante

Il prato ha bisogno di umidità per poter crescere bene, tuttavia, questa non deve essere eccessiva. Se l’erba è costantemente bagnata, le radici marciscono. Per evitare ristagni, vangare in profondità e aggiungere sabbia di fiume al terreno.

Ombra

L’erba ha bisogno del sole, il muschio, invece, si sviluppa facilmente in zone d’ombra. Se il prato è esposto in una posizione ombreggiata, si può risolvere acquistando sementi prati speciali per questo tipo di condizione.

Valore del pH

Con un pH del terreno inferiore a 6, l’erba non riceve le sostanze nutritive e si spegne lentamente, il muschio, invece, cresce facilmente in ambienti acidi. Dopo aver misurato il pH, è possibile risolvere il problema con della calce per prati.

Altri fattori che favoriscono la formazione di muschio

Tra le altre cause che creano un ambiente favorevole al muschio, ci sono sfalcio lo irregolare e taglio eccessivo, due operazioni che stressano il manto erboso, rendendolo più debole e privo dei nutrimenti necessari.

Inoltre, non bisogna dimenticare che proprio nella stagione fredda, il prato necessità di luce e aria. Se il tappeto erboso è ricoperto di fogliame, l’era sotto non riceve ossigeno a sufficienza e muore, favorendo la crescita del muschio e di zone rade.

Ora che conosciamo le cause della sua formazione, vediamo come togliere il muschio dal prato.

Come eliminare muschio dal prato

Il periodo migliore in cui eliminare il muschio è quello di fine inverno/inizio primavera, per cui, indicativamente, nel mese di marzo prima di fare l’eventuale trasemina primaverile.

È necessario utilizzare dei prodotti per eliminare il muschio dal prato che siano specifici, in particolare, che abbiano un alto contenuto di ferro come i concimi rinverdenti.

Tuttavia, non bisogna esagerare, perché i prodotti con molto ferro possono provocare bruciature all’erba. Il dosaggio per eliminare il muschio è sicuramente più alto rispetto a quello per il rinverdimento, ma non deve essere eccessivo. È consigliato leggere sempre le quantità e i limiti indicati dal produttore.

Sebbene ci siano molti prodotti efficaci contro il muschio, il migliore è il solfato ferroso, disponibili in forma sia liquida che secca. Nel primo caso può essere applicato con la pompa irroratrice, nel secondo, cosparso e poi irrigato subito dopo per far sciogliere i granuli.

Dopo l’applicazione del ferro, il muschio inizia a farsi nero e a seccare. Il prodotto dovrà agire per 1-2 settimane, prima di procedere alla rimozione manuale dei residui.

La rimozione può avvenire con un semplice rastrello oppure con un arieggiatore a scoppio o elettrico. Dopo aver ultimato l’operazione, il prato potrebbe presentare delle zone diradate, sarà il momento adatto, per effettuare la trasemina di primavera.

Come prevenire la formazione del muschio sul prato

I concimi ad alto contenuto di ferro, oltre ad eliminare il muschio, svolgono anche azione preventiva, ostacolandone la formazione.

Per questo motivo, è importante dare al terreno buon apporto di ferro, ma in un dosaggio minore, soprattutto in autunno e in inverno e nelle zone più soggette. Quando le temperature sono troppo basse, la somministrazione di ferro va evitata.

Nei casi di terreni critici particolarmente soggetti alla formazione di muschio, dove gli apporti di ferro non sembrano aiutare, è consigliato intervenire sulle cause che lo provocano.

Ecco alcuni consigli utili:

  • Seminare solo specie erbose adatte a zone umide e ombreggiate
  • Migliorare il drenaggio del prato con pendenze e sistemi di scolo
  • Effettuare bucatura e carotatura del prato
  • Effettuare sabbiatura del prato con quantità elevate di sabbia di fiume

Condividi questo Post!

SUPERIORE
ACCOUNT
Lista dei Desideri

Login

Creare un account

I tuoi dati personali verranno utilizzati per supportare la tua esperienza su questo sito web, per gestire l'accesso al tuo account e per altri scopi descritti nella nostra privacy policy

Recupero della password

Hai perso la password? Per favore inserisci il tuo nome utente o l'indirizzo email. Riceverai un link per creare una nuova password via e-mail.

Carrello 0

VISTI DI RECENTE 0