Come seminare il prato a Marzo

INDICE
Come sappiamo, in tutta la penisola italiana, il problema della competizione del prato contro le essenze infestanti è purtroppo ormai una situazione di difficile soluzione. Oggi parleremo delle iniziative di semina e rigenerazione dei tappeti erbosi: fondamentali per ottenere prati di qualità e dalla crescita sana. Il Piano d’Azione Nazionale e le nuove Direttive europee sull’ambiente sottolineano l’importanza delle operazioni di semina e rigenerazione dei tappeti erbosi. La limitazione dell’uso di prodotti chimici di sintesi in aree frequentate da persone vulnerabili ha reso fondamentale la scelta oculata del miscuglio di erba da utilizzare e delle pratiche agronomiche adottate.

L’importanza della semina primaverile per ottenere prati di qualità e prevenire danni

In tutta Italia, la compresenza di piante infestanti rappresenta un problema di difficile soluzione. Tuttavia, difficile non significa impossibile. Utilizzando correttamente gli strumenti forniti dalle aziende specializzate nella selezione e distribuzione delle varietà erbacee, insieme a pratiche agronomiche e fertilizzazioni appropriate, la semina diventa un’operazione semplice e rapida. La semina primaverile a marzo si è dimostrata un metodo efficace per insediare immediatamente un tappeto erboso, sopprimendo le malerbe e altre piante indesiderate. Questa tecnica previene la germinazione delle infestanti a foglia larga e stretta, occupando tutti gli spazi disponibili e impedendo loro di ottenere la luce necessaria per germinare. Ci sono alcuni requisiti e azioni che devono essere considerati quando si decide di seminare in marzo:
  1. Preparazione meccanica del terreno: è necessario svolgere le opportune lavorazioni per disgregare le particelle del suolo senza alterarne la struttura colloidale. Il gelo e il disgelo nel periodo invernale migliorano le condizioni del terreno, rendendolo adatto all’insediamento del prato.
  2. Correzione del terreno: se necessario, i terreni pesanti e argillosi devono essere corretti con l’aggiunta di sabbia lavata e setacciata.
  3. Concimazione di base: l’acquisto e l’utilizzo di fertilizzanti come Soil Life di Bottos della linea Zollaverde aiuta a rendere fertile il terreno ospitante e previene l’insediamento futuro di piante infestanti, migliorando la fertilità del suolo.
  4. Irrigazione di base: è necessario che il terreno contenga una quantità adeguata di acqua per consentire la risalita capillare della soluzione circolante.
  5. Lavorazione superficiale del terreno: fresature o erpicature superficiali affinano ulteriormente il substrato per rendere il terreno adatto alla semina.
  6. Semina: dovrà essere effettuata all’inizio della primavera. L’utilizzo di semi selezionati di alta qualità tecnica e genetica garantisce il successo dell’operazione. Diverse miscele di semi, come l’uso del miscuglio Royal Golf Plus, della vigorosa semente Royal Shade Plus offrono una rapida germinazione e presentano varietà resistenti agli insetti e alle principali malattie. Queste miscele forniscono un’energia germinativa elevata, con valori di germinabilità superiori al 92%. Per i prati rustici a base di Festuca arundinacea, le varietà da acquistare sono Royal Blue Plus, la miscela Bottos Royal Strong Plus. Ti consigliamo anche l’acquisto di Royal Park o del miscuglio più forte e venduto da Bottos Maciste che garantiscono una germinazione uniforme anche a temperature basse e richiedendo una successiva manutenzione molto economica. Inoltre, tutte le miscele della Linea Master Green Life contengono concia micorrizica a secco, che protegge il prato dalle malattie fungine durante il primo mese di vita.
  7. Fertilizzazione durante la semina: l’acquisto di concimi ricchi di fosforo come Biostart 12.20.15, Pro Start 13.24.10 o l’uso di Start Life 10.15.10, con una dose di 30-35 g/m², rappresenta la soluzione ottimale per la concimazione iniziale e una germinazione completa dei semi ricca di magnesio e manganese.
La semina primaverile a marzo dunque consente di ottenere un prato denso e compatto prima dell’insediamento delle malerbe graminacee annuali e perenni. Queste piante infestanti, come Digitaria spp., Setaria spp., Echinocloa crus-galli e Cynodon dactylon, non avranno spazio per insediarsi, evitando danni significativi in termini di qualità ed economici. Prevenire è sempre meglio che curare! Mantenere un prato sano, fitto e denso rappresenta il modo migliore per affrontare tutte le sfide. La semina primaverile a marzo si inserisce in questo approccio preventivo, aiutando a evitare danni e problemi futuri, parola di Greenterest. Per consulenza tecnica i nostri agronomi sono a tua completa disposizione!

PRODOTTI CONSIGLIATI

Condividi questo Post!

SUPERIORE
Carrello 0
VISTI DI RECENTE 0

Gli ordini ricevuti dal 25 al 27 aprile saranno lavorati a partire dal giorno 29 aprile.

Aggiunto alla Lista dei Desideri Vedi La Tua Lista dei Desideri