PRODOTTI PRATO Barenbrug -5% | Codice: greenterest-05  Solo fino al 11/09!

Come realizzare un prato inglese

INDICE

Chi ha un giardino e vuole tenerlo sempre ben coltivato e ordinato tende a scegliere il prato inglese, da sempre una delle soluzioni più gettonate.

Per avere un prato inglese sempre perfetto bisogna seguire tecniche di coltivazione adeguate, senza sbagliare nessun passaggio.

Tuttavia, se è vero che la perfezione non esiste, quando si parla di prato inglese questa viene intesa come “uniformità”. L’obiettivo è quello di creare un tappeto verde omogeno, una sorta di moquette naturale.

Per poterlo fare bisogna cercare di uniformare ciò che la natura rende variabile, attraverso delle procedure di coltivazione.

Come fare il prato inglese

Vediamo quali sono i passaggi per poter realizzare un prato inglese bello e rigoglioso, in grado di resistere nel tempo.

Preparazione terreno per semina prato inglese

Che si utilizzino dei sementi per prato inglese o delle zolle precoltivate, bisogna preparare il terreno in modo adeguato.

Si inizia diserbando il terreno per eliminare infestanti, in particolare la gramigna. Successivamente, utilizzando una vanga o una zappa, si frantumano le zolle e si rovescia il terreno. È importante andare almeno a 20 cm di profondità per creare un substrato con buon drenaggio.

Dopo l’aratura, si procede eliminando pietre, sassi, detriti e radici di infestanti, aiutandosi con un rastrello. A questo punto si passa alla distribuzione di torba con aggiunta di concime organico per prati, oppure, in alternativa, è possibile acquistare del terriccio per tappeti erbosi per realizzare uno strato di 5 cm.

Semina del prato

È necessario utilizzare dei semi di prato inglese, che sono per lo più di specifiche specie di graminacee come: Agrostis tenuis, Agrostis stolonifera, Lolium perenne, Poa pratensis, Poa annua, Festuca rubra, Festuca ovina.

La semina del prato prevede lo spargimento della miscela di semi sul terreno, se la superficie è piccola, questa operazione può essere fatta a mano, facendo attenzione a spargerli in una direzione e poi in quella opposta.

In caso la superficie sia più vasta, i semi vanno sparsi tramite un macchinario chiamato seminatrice.

Trattamenti del prato inglese

Dopo la semina, bisogna rastrellare e rullare il terreno per interrare meglio i semi e compattare la superficie del terreno. Questa operazione è necessaria per evitare che la pioggia o il vento spostino i sementi.

Si procede poi alla prima concimazione per fornire ai semi i nutrienti necessari alla germinazione e allo sviluppo delle radici. Sono indicati i concimi con un alto tasso di fosforo.

Bisognerà procedere con le irrigazioni giornaliere che accompagneranno la crescita del prato inglese.

Il prato inglese inizierà a germinare entro 3 settimane dalla semina mentre, se si è utilizzano i rotoli, questo inizierà a prendere forma dopo pochi giorni.

Quando l’erba raggiunge i 10 centimetri di altezza, è possibile eseguire il primo taglio, partendo dall’altezza di 5 cm da terra.

Manutenzione e cura del prato inglese

Per manutenzione ci si riferisce ad annaffiature, concimazioni e tagli, tutte operazioni che permettono di mantenere il manto erboso nel suo splendore e ridurre il rischio di malattie del prato inglese.

Le annaffiature devono essere abbondanti, profonde ed effettuate con regolarità. Se il prato è piccolo, è possibile procedere tutti i giorni ad irrigazione manuale, ma se la superficie è molto estesa, è preferibile installare un impianto automatico di irrigazione a pioggia per fornire acqua al prato un paio di volte a settimana.

Le erbe che compongono il prato inglese sono molto suscettibili al sole, al caldo eccessivo e alla siccità, per cui le irrigazioni devono sempre assicurare acqua in profondità per infondere nutrimento alle radici e favorire il loro sviluppo.

Inoltre, il prato inglese ha bisogno di concimazione annuale. Questo è importante per regolare ed equilibrare tutti gli elementi nel terreno, in particolare i macro-elementi principali: potassio, azoto, ferro e fosforo.

La mancanza o l’errato equilibrio di questi elementi stressa il prato, rendendolo più debole e soggetto a ingiallimento, disomogeneità e vulnerabilità a malattie.

Utilizzare concime e fertilizzante per prato inglese, scegliendo le migliori soluzioni organo-minerali.

Condividi questo Post!

SUPERIORE
ACCOUNT
Lista dei Desideri

Login

Creare un account

I tuoi dati personali verranno utilizzati per supportare la tua esperienza su questo sito web, per gestire l'accesso al tuo account e per altri scopi descritti nella nostra privacy policy

Recupero della password

Hai perso la password? Per favore inserisci il tuo nome utente o l'indirizzo email. Riceverai un link per creare una nuova password via e-mail.

Carrello 0

VISTI DI RECENTE 0